L'AUSTRALIA APRE LE PORTE AI NOSTRI GIOVANI

Un Paese senza crisi permette agli italiani con meno di trent'anni di lavorare e viaggiare liberamente per due anni. La Nuova Zelanda solo per un anno.

La crisi porta un numero sempre maggiore di giovani italiani ad andare in Australia grazie al working holiday visa, un visto che permette ai cittadini italiani (e di alcuni altri Paesi europei) tra i 18 e 30 anni di viaggiare e lavorare legalmente per un anno nel Paese dei Canguri. Una grande opportunità per chi si trova impantanato nell'immobile mercato del lavoro italiano. Perché grazie alle risorse minerarie, prima voce dell'economia del Paese, l'Australia non risente della recessione internazionale, anzi gode della forte domanda di minerali proveniente da Cina, Corea e altre nazioni asiatiche emergenti. L’offerta di lavoro è molto ampia con infinite occasioni in alberghi, ristoranti, commercio e agricoltura. Nelle grandi città si sono anche molte possibilità nel campo dell’informatica. E anche nel settore ambientale ci sono offerte occupazionali: dai parchi nazionali alla bio-architettura, via agricoltura biologica e ricerca. 

LAVORO TEMPORANEO

Si trovano ovunque agenzie per il lavoro temporaneo e i quotidiani pubblicano sempre annunci di impiego. Al di là del momento nero attraversato dall'Italia, si tratta di un'esperienza formativa, utile per molti soggetti a entrare nel mercato del lavoro di un mondo globalizzato.

É obbligatorio avere un biglietto aereo di ritorno o i mezzi finanziari per acquistarlo. Chi parla inglese ed specializzato ha più occasioni di trovare un buon impiego, ma anche chi non ha né arte né parte trova occupazioni manuali e generiche. Il working holiday visa permette di lavorare per al massimo 6 mesi per la stessa azienda, perché non è un visto di immigrazione. La scelta del governo di Canberra nel 2010 di poter ripetere l'esperienza per un secondo anno la dice però lunga sulla volontà di avere nuovi immigrati europei. L'Australia ha fame di nuovi cittadini bianchi per mantenere alta la percentuale di abitanti occidentali a fronte delle straripanti ondate di immigrati asiatici. Anche la Nuova Zelanda ha di recente introdotto il working holiday visa di un anno per i giovani italiani, le condizioni sono simili a quelle dell'Australia.

UN PAESE DOMINATO DALLA NATURA

Per chi ama la natura e la vita all'aria aperta l'Australia è un Paese straordinario, con la sua bizzarra fauna, i tanti parchi nazionali, le infinite spiagge selvagge e un territorio in gran parte disabitato: vedi gli articioli che seguono.

BACKPACKERS E ALTRE STRUTTURE PER GIOVANI

Sebbene a causa del rafforzamento del dollaro australiano sull'euro, il costo della vita sia simile a quello italiano, l'Australia ha moltissime strutture di ospitalità a basso costo dedicate ai giovani. Una capillare rete d ostelli e, soprattutto, oltre 300 backpackers sparsi in tutto il Paese: strutture simii agli ostelli dove  si può alloggiare anche per lunghi periodi, attrezzati di cucine e spazi ricreativi a disposizione degli ospiti.

 

ARTICOLI SULLA NATURA DELL' AUSTRALIA

AVVENTURA NEL KIMBERLEY

TASMANIA, NELL'ISOLA VERDE

LA GRANDE BARRIERA CORALLINA

FRASER ISLAND

KAKADU E ARNHEM LAND

NEL CUORE ROSSO DELL’AUSTRALIA



ARTICOLI SULLA NATURA DELLA NUOVA ZELANDA

SULLE MONTAGNE DI EDMUND HILLARY

IMMERSIONE NEL FIORDLAND

NUOVA ZELANDA GUIDA NATURALISTICA

NUOVA ZELANDA IN COMPAGNIA DEL CAPODOGLIO

 

Ambasciata Australia
Ambasciata Nuova Zelanda
Australian Backpackers